27/01/16 Social # , , , , ,

Il curioso caso di Italo Treno

Quasi ogni giorno le aziende si trovano davanti a una crisi. Sia chiaro, non stiamo parlando di un improvviso disastro economico poiché in questi casi è solo la reputazione ad essere toccata (almeno all’inizio..) ma, in un contesto in cui la realtà offline si riflette direttamente su quella online, non sempre gestire queste fasi equivale a una passeggiata.

Qualche mese fa avevamo analizzato i casi più spinosi di crisis management citando grandi nomi come Barilla, Volkswagen e Costa Crociere, però proprio in questi giorni si è consumata un’altra battaglia a suon di post che merita di essere guardata più da vicino. Signore e signori, ecco a voi il curioso caso di.. Italo Treno!

italo

Le cause della crisi

L’ora x è scattata domenica 24 gennaio alle ore 12:00 quando alcuni utenti indignati hanno cominciato a twittare un malcontento generale ai danni dell’azienda ferroviaria in seguito ad un codice sconto valido per i viaggi da e verso Roma in occasione del Family Day del 30 gennaio 2016. In pochissime ore è stato creato l’hashtag #boicottaitalo che è diventato immediatamente virale, alimentando sempre di più le reazioni degli ormai ex sostenitori di Italo.

Le accuse principali? Omofobia, pessima strategia commerciale e un responsabile marketing a dir poco incompetente. Il popolo del web si è talmente scatenato che le foto con le carte fedeltà tagliate a metà sono spuntate come i funghi aspettando le risposte ufficiali dell’azienda che non sono tardate ad arrivare.

italo carta

La risposta di Italo

Ma come è stata gestita la crisi? Per prima cosa è stata adottata la strategia della risposta plenaria: è stato realizzato un solo post per rispondere a tutti i commenti invece di frammentare la spiegazione per ogni utente. In secondo luogo, il social media manager dell’azienda si è rivolto a tutti dando del tu, un chiaro segnale di avvicinamento ai fan della pagina. Purtroppo il tone of voice è cambiato nel corso dei post, arrivando ad apostrofare i follower con il termine “Ragazzi”, incipit che, non serve dirlo, ha scatenato ulteriori reazioni.

italo risposta

Considerazioni finali

Di sicuro la gestione della crisi non è stata esemplare ma, c’è da dire, la campagna #boicottaitalo si è generata quasi inaspettatamente per ragioni più o meno condivisibili. Infatti, come è stato spiegato nella pagina ufficiale, Italo ha sempre offerto convenzioni per eventi e manifestazioni, senza prendere posizione in merito, come è successo per il Gay Pride di Padova nell’estate del 2014.

La bufera sicuramente si placherà in pochi giorni lasciando, come risultato, un aumento della visibilità e, forse, qualche cliente in meno. Che ci possiamo fare, questo è il crisis management!

Seguici sui nostri social per rimanere aggiornato su tutte le nostre novità!

La tua Email

no responses
13/01/16 Marketing # , , ,

5 mosse per una campagna digital efficace

Nonostante il web sia un canale alla portata di tutti, realizzare una comunicazione di successo è tutt’altro che semplice. Quali sono gli strumenti giusti per ottenere il risultato sperato e come si può strutturare una campagna digital efficace?

No, non sono domande trabocchetto ma riflessioni importanti che ognuno dovrebbe fare prima di realizzare un piano di comunicazione online. Niente paura, ci abbiamo già pensato noi. Prenditi due minuti e scopri i 5 passi per costruire al meglio la tua campagna digital.

digital

1. Punta l’obiettivo

Bene, prima di tutto visualizza il tuo obiettivo. Che sia far conoscere te stesso, il tuo brand o un semplice post su Facebook non dimenticare mai di individuare lo scopo della tua comunicazione. Cosa vuoi ottenere? Avere le idee chiare già in partenza non solo ti facilita in partenza, ma ti aiuta anche nel prendere le decisioni migliori durante il percorso.

2. Individua il target

Dopo l’obiettivo arrivano gli utenti a cui è destinata la campagna. Chi sono? Che interessi hanno? Come raggiungerli? Studia il tuo target e capisci qual è il loro problema e come risolverlo!

3. Racconta una storia

Arriva una parola usata moltissimo: storytelling. Si, la base per qualsiasi comunicazione efficace è una storia che sappia emozionare e coinvolgere. Pensa al tuo obiettivo e prova a raccontarlo come se fosse una sceneggiatura di un film con tanto di eroi e antagonisti. Una base solida sarà utile per strutturare i contenuti della tua campagna.

digital storytelling

4. Scegli i contenuti

Eccoli. Sembra strano ma li troviamo solo in quarta posizione. Infatti, una volta chiariti i passaggi precedenti verrà immediato (o quasi) creare il messaggio. Tieni sempre in mente a chi ti stai rivolgendo e cosa devi raccontare e, ricorda, esperienze, emozioni e idee sono le parole chiave da tenere in mente!

5. Lavora con i social

Dulcis in fundo i canali. A seconda del tuo target dovrai scegliere i social media da utilizzare e gli orari in cui pubblicare. Per capire i comportamenti degli utenti dai un’occhiata agli insights e poi programma tutta la tua comunicazione per filo e per segno come un vero SMM!

digital social

Un esempio di come sono state utilizzate correttamente queste 5 regole? Leggi questo post!

Vuoi approfondire l’argomento? Lasciaci la tua mail per ricevere in regalo la nostra guida sull’utilizzo dei social e realizza campagne digital infallibili!

one response
07/01/16 Wordpress # , , , , ,

Web design: i trend del 2016

Il 2016 è arrivato ed è giunto il tempo delle previsioni. Non quelle del meteo, ma i migliori trend sul web design che non potete tralasciare se volete destreggiarvi al meglio all’interno di internet. Alcune di queste tendenze sono già comparse nel corso del 2015, basti pensare al responsive web design, altre sono un ritorno al passato, altre ancora delle vere e proprie novità.

Sviluppo verticale

Un must del web design di quest’anno sarà lo scrolling. Le pagine si svilupperanno totalmente in verticale e conterranno tutti gli elementi del sito. Qui i pareri sono discordanti: alcuni utenti preferiscono questo modello “cotto e mangiato” in cui possono scorrere tutte le sezioni con facilità, altri, invece, non ne possono più di scendere, scendere, scendere…

design scrolling

Flat design: la parola d’ordine è semplicità

Come nella moda anche qui c’è un ritorno al classico. Il design nel 2016 sarà minimal con una netta predominanza di spazi bianchi che terranno alla larga ombre ed elementi tridimensionali. Un’ulteriore prova di semplicità è data dalla barra di navigazione fissa in alto in cui saranno banditi tutti gli aspetti grafici superflui.

flat design

Fantasia e originalità

La semplicità del flat design non significa eliminare ogni traccia di personalità. Anzi, proprio per distinguere le varie sezioni di un sito web bisogna ricorrere a look diversi e a template accattivanti che stimolino la fantasia degli utenti. Ecco, allora, che gli sfondi si animano di disegni fatti a mano e motivi astratti che farebbero invidia anche al più maturo Kandinskij. La vera conquista in tema di originalità, però, è la centralità del font, il quale si allontana dai classici Times e Arial per regalare quel tocco in più alle pagine web.

font web design

Animazioni a go go

La personalizzazione dei nostri siti web non finisce qua. Le gif e le immagini animate che tanto ci sono piaciute nel 2015 ritornano e si rendono ancora più protagoniste nel corso di quest’anno. I testi verranno integrati da elementi grafici e le User Interface Animation spezzeranno il ritmo per coinvolgere ancora di più gli utenti.

motion design

Navigazione nascosta

Ultima ma non meno importante la modalità di navigazione. Questa, infatti, sarà caratterizzata da ghost button e menù nascosti o espandibili come il già noto “panino”. Insomma, una sorta di “vedo non vedo” finalizzata a rendere sempre meno complessa la user experience di ognuno.

design ghost button

Tutte queste tendenze hanno come unico obiettivo l’utente finale, sempre al centro di ogni strategia. Anche la navigazione secondo le logiche delle storytelling, fondamentale in qualsiasi comunicazione, risponde a questa caratteristica nota come web design customer-centric.

E voi, siete alla ricerca di un sito web originale e accattivante per il 2016? Chiedete a noi per scoprire tutte le possibilità!

no responses