21/07/15 Marketing # , ,

Marketing: perchè la campagna 2015 di Algida è un esempio da seguire

Il copywriter di Algida è il social symbol del momento. Se avete visto per strada almeno una delle nuove affissioni 2015 dedicata ai gelati più famosi della storia, sarà facile capire il perché. Se invece non v’è ancora capitato d’imbattervi nei nuovi cartelloni pubblicitari del brand… beh vi auguro di farlo quanto prima perché la risata è assicurata.

Algida, brand leader nel settore in Italia ed in Europa, festeggia quest’anno il 70° anniversario e, per onorare al meglio la linea di prodotti tradizionale che ha fatto la storia dell’azienda, s’è inventata la campagna di comunicazione “I classici di sempre”, un autentico omaggio al marketing con la “m” maiuscola.

La linea tradizionale di Algida è composta da quei gelati confezionati presenti sul mercato praticamente da sempre e destinati ad ingolosire anche le generazioni future. Stiamo ovviamente parlando dei “fantastici 4”, ossia il Liuk, il Cremino, il Croccante ed il Fior di Fragola.

In occasione della campagna di comunicazione per l’estate 2015 i classici Algida prendono vita, catalizzando l’attenzione dei passanti in maniera veramente originale: i quattro “freddi” protagonisti, infatti, riprendono alcuni dialoghi che riportano alla mente film, canzoni e scenette quotidiane simpatiche, in grado di strappare un sorriso anche a chi, in quel momento, ha la luna storta.

A nostro parere, sono almeno tre i cartelloni pubblicitari che difficilmente passano inosservati e che la Rete non ha esitato a ricoprire di valutazioni positive – un fatto più unico che raro, dal momento che i social network, nel 2015, sono i giudici più severi che possano esistere.

Partiamo da quello più noto, che vede raffigurato un limone che si rivolge al gelato Liuk affermando “Liuk, sono tuo padre!”, famosissima frase che richiama alla mente il dialogo più noto di “Star Wars – L’impero colpisce ancora” you can try here.

Altrettanto geniale risulta essere l’affissione in cui vediamo rappresentati i 4 “classici” Algida dentro un carrello della spesa, intenti a gridare “Il carrello passava e quell’uomo gridava…”, con la risposta fuori campo “Gelati!!!”. Inutile dire che l’associazione con la canzone “I giardini di marzo” di Lucio Battisti sorge spontanea, un modo intelligente di ricordare un grande artista promuovendo, al contempo, il proprio prodotto.

In ultimo, è veramente simpatico e ben pensato il cartellone pubblicitario Algida in cui un geloso Fior di Fragola si rivolge al signor Cremino intimandogli di non “Fare il cremino con tutte”, quasi a minacciarlo in caso di tradimento, nulla di troppo diverso da ciò che succede in quasi tutte le coppie che popolano il pianeta.

Queste appena citate non sono le uniche affissioni della campagna 2015 realizzate da Algida, eppure sono quelle più originali – tutto merito di quel famoso copywriter che abbiamo elogiato ad inizio post ed abbastanza esperto e lungimirante nel capire che è possibile fare marketing non convenzionale anche in modo… convenzionale. Infatti, chi avrebbe mai scommesso su un’affissione pubblicitaria? O meglio, chi avrebbe mai detto che un “semplice” manifesto pubblicitario potesse scatenare un passaparola più veloce e massiccio di una qualunque, accattivante campagna di guerrilla marketing o event marketing?

E allora complimenti ad Algida ed al famoso copywriter, in grado di fare della tradizione una potente arma di marketing. Ora mangiare un Liuk fa veramente sorridere, mica male per un gelato in commercio da più di 20 anni!

A proposito di viral marketing, ti sei mai chiesto quali sono le campagne social più famose e per quale motivo sono state sviluppate? Scoprilo qui, la risposta è tutt’altro che scontata! 🙂

B.

// <![CDATA[
if (typeof newsletter_check !== "function") {
window.newsletter_check = function (f) {
var re = /^([a-zA-Z0-9_\.\-\+])+\@(([a-zA-Z0-9\-]{1,})+\.)+([a-zA-Z0-9]{2,})+$/;
if (!re.test(f.elements["ne"].value)) {
alert("L\'email non è corretta");
return false;
}
for (var i=1; i

one response